Settimo sigillo: i criminali del governo mondiale – 228

questo è un post che non vorrei proprio scrivere, che mi fa male scrivere; faccio conto che sia un piccolo pegno da pagare non so a chi e non so per che cosa.

nasce da una notizia pubblicata dallo Spiegel e riguarda un documento interno della Exxon del 1982 con la previsione del futuro incremento di C02 nell’atmosfera in base all’andamento del consumo dei combustibili fossili, che la stessa azienda raffina e vende.

Exxon/ Bericht 1982

come si vede, prevedeva per il 2019 un tasso di CO2 nell’atmosfera di poco meno di 420 parti per milione (siamo a 415) e un incremento delle temperature MEDIE sul pianeta tra 1,2 e 0,8 gradi (siamo a 0,8).

quanto sia accurata questa previsione si vede meglio ancora da questi due altri grafici, che la confrontano, rappresentata con la linea azzurra, con l’andamento reale, misurato e indicato dai pallini arancione:

D6iXEjVWsAIt40I

. . .

naturalmente quello che risulta angosciante è la proiezione futura.

già è molto preoccupante la situazione attuale, con la rapida sparizione dei ghiacciai di montagna e i pericoli che insidiano le due calotte polari;

ma figuriamoci quale potrà essere il futuro di Artide ed Antartide: porterà nel giro di qualche decennio all’innalzamento del livello dei mari di qualche metro,

e dunque alla scomparsa delle principali città mondiali: non solo Venezia o Napoli, ma New York, Londra, Buenos Aires, Ro de Janeiro, Amburgo, Shanghai, Tokyo, Calcutta, Mumbai,

per non parlare di stati che rischiano di sparire completamente o quasi, e non solo le Maldive, ma anche Olanda, Danimarca, Bangla Desh.

per non parlare del clima sempre più impazzito che è nelle previsioni e che tocchiamo oramai con mano.

. . .

ma la cosa davvero sconvolgente è che pubblicamente i dirigenti della Exxon hanno sempre negato quello che sapevano al loro interno.

non solo le aziende petrolifere finanziano da anni i negazionisti del riscaldamento globale – tra cui possiamo oggi elencare anche i leader della destra mondiale, a cominciare ovviamente da Trump.

ma ancora nel 1997 pubblicavano una pagina a pagamento sul New York Times dove affermavano che gli scienziati non potevano prevedere con certezza se e quanto sarebbero aumentate le temperature:
non si sa ancora – si diceva – quale sia il ruolo dei gas serra generati dall’uomo nel riscaldamento del pianeta.

evidentemente per loro i profitti da difendere e moltiplicare erano e sono più importanti del futuro del pianeta.

è su scala mondiale la stessa mentalità di chi su scala locale ha scaricato rifiuti illegali ma persino radioattivi nella cava Traversino di Lonato, vicino a Desenzano del Garda, la zona del cantiere base dei lavori per la TAV tra Brescia e Verona.

è un comportamento semplicemente criminale.

. . .

intanto i negazionisti climatici fanno il paio con i terrapiattisti così popolari in Italia, con i negazionisti dell’olocausto, con gli amanti del debito ad oltranza, che è il nostro effetto serra economico e produce gli stessi effetti:

insomma con tutta la delirante accozzaglia di naviganti della rete e fuori, con cui gli stessi che vogliono continuare a speculare sul disastro globale del sistema capitalistico cercano di confonderci la mente, con tanta più assordante furia quanto più i loro disegni si realizzano.

. . .

ma qui il discorso si allarga dolorosamente ad altro: questi criminali sono quelli che di fatto governano il mondo di oggi, dietro l’apparenza della democrazia, a volte, ma a volte senza neppure questo velo ipocrita.

siamo nelle mani di criminali che stanno uccidendo il nostro futuro: distruzione ambientale e moltiplicazione del debito sono i due nodi scorsoi che cancellano il futuro della specie umana, oltre che di altre nel pianeta.

viene da chiedersi come sia possibile che siamo nelle mani di criminali chiaramente psicopatici, dato che il livello di vita di cui già godono è tale da rendere insignificante di fatto ogni possibile ulteriore miglioramento, che risponde soltanto ad un delirio incontrollato di potenza.

. . .

la mia risposta è di un pessimismo così radicale che dovrebbe essere taciuto.

la storia umana intera è semplicemente una storia di potere criminale: i grandi personaggi storici che hanno riempito con le loro imprese le nostre fantasie di scolari erano semplicemente dei pazzi furiosi:

Giulio Cesare, Alessandro Magno, Napoleone, Gengis Khan, Carlo Magno, Mohamed: creatori di grandi imperi, cioè assassini senza scrupoli, non solo di milioni di uomini, ma spesso anche dei loro amici e parenti,

e noi ne celebriamo i delitti, come in vita loro fecero fare da stuoli di artisti conformisti, servili ed obbedienti.

se la storia è storia del potere, il potere è crimine puro, ed ogni storia è criminale, non solo quella del cristianesimo, descritta da Deschner in 10 volumi:
https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_criminale_del_cristianesimo

la tragedia del mondo moderno è quando la scienza ha messo un potere quasi incontrollabile nelle mani degli psicopatici, che da sempre la massa umana è abituata a seguire, spesso con entusiasmo puerile.

. . .

devo tacere il resto, ma la grande ramazza si avvicina.

ho rivisto l’altra sera al cinema di Vestone, dopo forse sessant’anni, Il settimo sigillo di Bergman, un film del 1957, in un’edizione restaurata: un autentico rinnovato shock: e dov’è finito il grande cinema di idee?

c’è la scena indimenticabile della partita a scacchi con la morte che il cavaliere Antonius Block, di ritorno dalla crociata, ottiene di giocare per rinviare la sua fine, e che si sviluppa in più riprese per tutto il film, fino alla ovvia sconfitta finale.

Il_settimo_sigillo

Di Evangelion0189, Copyrighted, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=1081414

è la partita a scacchi che sta giocando contro se stessa l’umanità intera; l’esito è altrettanto scontato.


2 risposte a "Settimo sigillo: i criminali del governo mondiale – 228"

  1. Sei drammaticamente realista; nessuna censura a queste tue affermazioni … purtroppo condivisibili!!

    Non direi che la scienza abbia posto … direi che l egoismo e l avidità di molti, troppi, è stata lasciata crescere a dismisura complici i popoli che in piccolo, ragionano in egual modo; avere e non essere è il pensiero dominante!

    Oggi, sembra che questo pensiero sia in recessione, che molti tra i piccoli ed i semplici abbiano compreso che la maggiore sofferenza, il maggior disagio, sarà loro riservato dai prepotenti criminali che governano il mondo!

    Sarà troppo tardi?? Chissà, dipende dalla forza di volontà e determinazione con cui i popoli si avvieranno alla rivoluzione!

    Mi piace

    1. grazie della sostanziale condivisione.

      tu dici che la scienza non ha messo le sue conquiste al servizio del potere; eppure a me pare che di fatto sia avvenuto questo, contemplandola nel suo quadro di insieme, e soprattutto oggi che la ricerca scientifica dipende strettamente dagli enormi finanziamenti comunque controllati dal potere economico.

      quanto alla rivoluzione, a cui credevo anche io nei miei anni giovanili, oggi che ho qualche decennio di più a me pare che la rivoluzione sia il concetto a cui ricorriamo quando non vogliamo arrenderci all’evidenza della impossibilità di una soluzione.

      se vi fossero soluzioni, non avrebbero bisogno di affidarsi all’attesa di qualche rovesciamento globale che si dichiara tanto più impossibile quanto più globale, appunto.

      occorre un saluto cordiale finale, credo, per rendere un po’ meno urtanti queste conclusioni disincantate, e dunque te lo mando volentieri.

      Mi piace

Rispondi a bortocal15 Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.