mini-bot, e lo stato potrà pagare con un pagherò – 261

niente dimostra meglio lo sfacelo prima di tutto mentale della politica italiana nel suo insieme e senza distinzione quanto la mozione, approvata dalla Camera all’unanimità (potete fare a meno di crederci, come ho provato io, ma è vero), che impegna il governo a pagare subito! immediatamente! senza indugi! i debiti delle amministrazioni pubbliche verso le aziende private: con dei mini-bot.

in altre parole, con dei pagherò, visto che i mini-bot si potranno convertire in euro soltanto alla scadenza.

. . .

i mini-bot sono definiti dalla destra come la moneta alternativa all’euro, ma pare che i responsabili economici dei paesi di opposizione non lo sappiano neppure; e sono dunque il simbolo perfetto del futuro di questo paese totalmente schizzato di testa:

hanno inventato infatti l’uovo di Colombo e lo stato potrà finalmente sottrarsi alla tirannia feroce dell’euro stampando mini-bot, che non sono moneta vera, ma è come se lo fossero: infatti potranno circolare come moneta vera e propria.

non so come la prenderanno in Europa, ma niente paura! i mini-bot ci permetteranno infatti di uscire dall’euro ogni volta che vogliamo…

. . .

naturalmente è chiaro anche che i mini-bot aumenteranno moltissimo il PIL, cioè la massa generale del denaro che circola, perché ciascuno cercherà di disfarsene il più presto possibile, nell’incertezza che alla scadenza possano effettivamente venire rimborsati, cioè che lo stato italiano economicamente esista ancora.

ma chi li avrà e cercherà di convertirli in euro, ovviamente dovrà cederli a un tasso di cambio ben inferiore a quello ufficiale e dovrà farlo in nero, e probabilmente a tassi di cambio sempre più bassi, via via che la situazione si farà più critica.

sarà una meraviglia essersi liberati dalla stabilità economica dell’euro, tanto odiosa ai nostri esportatori, e finalmente avere ricostituito le basi per una inflazione galoppante in mini-bot che è quella che serve agli imprenditori per affamare il resto della popolazione.

ecco un esempio di mini-bot con l’immagine della Fallaci: perfetta per il ruolo, no? una pazza (pace all’anima sua) per una nuova moneta inventata da dei pazzi.

minibot-2

. . .

ma il meglio sarà quando lo stato deciderà di pagare anche i suoi stipendi e le pensioni in mini-bot, cioè quando la parte principale dell’economia interna sarà sottratta all’euro, anzi, che dico? liberata dall’euro.

finalmente – prima gli italiani – avremo una specie di moneta interna, i mini-bot, che non avrà valore alcuno come moneta, cioè non potrà circolare, fuori dal nostro stato, e il governo non solo potrà stamparne a volontà, ma praticamente ridurre le pensioni a carta straccia, come finora non riesce a fare del tutto, dato che le paga per ora in una moneta condivisa con altri stati, e, anche se le riduce ogni volta che può, non può polverizzarne del tutto il valore.

. . .

non è un’idea nuova: nel 1789, durante la rivoluzione francese, l’abate Talleyrand, destinato ad una straordinaria carriera politica una volta spretato, ebbe un’idea brillante, per non dire brulant: lo stato aveva incamerato i beni ecclesiastici e si apprestava a venderli; c’era qualche problema di liquidità, e allora, intanto, perché non emettere degli assignat che sarebbero stati riscuotibili una volta andate a buon fine le vendite?

assignat-e1527120818463

come si vede, il principio di base era lo stesso dei mini-bot, con un paio di differenze, tutte a favore degli assignat: che questi almeno, in partenza, erano ancorati a una ricchezza reale, i beni ecclesiastici da vendere, mentre i mini-bot non sono ancorati ad altro che alla fiducia che lo stato italiano alla fine sarà in grado di pagare i propri debiti; e che gli assignat garantivano, a parole, un interesse del 5% l’anno.

è quella fiducia nella solvibilità dello stato italiano che il Fondo Monetario Internazionale ha perso da tempo, visto che propone la rinegoziazione del nostro debito; ed ovviamente, siccome questa equivale al fallimento per un privato, i detentori di mini-bot sarebbero i primi a doversi accontentare di una quota ridotta di valore reale.

. . .

ma vediamo come finì l’esperimento rivoluzionario francese: lo stato sempre più in difficoltà cominciò a stampare assignat ben aldilà del valore dei beni ecclesiastici nazionalizzati da vendere e la popolazione cominciò a rifiutarli, così che alla fine Robespierre si ridusse a prevedere la ghigliottina per chi non li accettava in pagamento.

ma neppure Robespierre riuscì a salvarli, e una volta uscito di scena lui, nel 1796 vennero aboliti, anche perché l’Inghilterra, in guerra con la Francia anche allora, aveva cominciato a stamparne di falsi; ma soprattutto grazie a Napoleone e alle sue vittorie, che permisero di saccheggiare gli stati vicini e di ricostituire i beni dell’erario francese a loro spese.

ce ne erano in circolazione in quel momento per 45 miliardi, a fronte di un valore reale di 3 miliardi dei beni che dovevano garantirli, e valevano lo 0,25%, cioè 2 millesimi e mezzo, del loro valore nominale.

ottimi precedenti, ottimi auspici.

paperone_banconota-1

. . .

ripeto: questa follia, già proposta a suo tempo da Berlusconi e poi diventata il cavallo di battaglia degli economisti alternativi di impianto leghista, personaggi come i Bagnai e i Borghi, a cui sarebbe un delitto far amministrare soltanto un condominio, oltre che di esperti comprovati in bancarotta fraudolenta, diventati nel frattempo deputati della destra, è stata approvata alla Camera da tutti i partiti…

e qualcuno va ancora a votare…

hqdefault

 


6 risposte a "mini-bot, e lo stato potrà pagare con un pagherò – 261"

    1. si spera solo che, quando pagheranno stipendi statali e pensioni in mini-bot, ci consenano anche di pagare bollette e tasse allo stesso modo.

      giusto per rispettare il detto: ripagare qualcuno con la stessa moneta, ahah.

      "Mi piace"

  1. Ho ascoltato il tg per sentire se ci fosse qualche spiegazione ma non ne hanno parlato, c’era una nave da crociera che ha sbattuto contro qualcosa a Venezia.
    Quando ho letto mini- ho pensato ai mini-assegni degli anni ’70, carini! Ci si poteva fare collezione.
    Quindi lo Stato cosi’ alleggerirebbe il debito, ho capito bene? Ma i debitori poi con quei minibot che ci fanno, li cambiano in euro? O ci sara’ un mercato parallelo in minibot (o lire, gia’ che ci siamo).
    Quindi non usciamo dall’euro ma ci facciamo un’altra moneta. Ma non e’ geniale? Strano che nessuno ci abbia pensato prima…

    "Mi piace"

    1. non mi stupisce affatto il silenzio della tv che mi riveli; figurati se parlano di questa bomba atomica che qualcuno vuole collocare nel cuore dell’economia italiana…; magari per la prima volta la gente proverebbe a riflettere, visto che ne va del suo futuro.

      certo, i mini-assegni degli anni Settanta: ma erano coperti in banca. cioè potevi subito cambiarli in lire, andando in banca, magari dopo averne accumulati un po’, visto che rispondevano ad una carenza della zecca di stato nell’emissione di monete. dunque non creavano propriamente una moneta alternativa.

      qui lo stato nominalmente riduce il proprio debito contabile immediato solo in apparenza, dato che in realtà lo rinvia; mettiti nei panni di un creditore dello stato che deve riscuotere 100mila euro; lo stato glieli dà, ma in BOT, in tagli da 100 euro, immagino, che non sono affatto convertibili subito in euro, altrimenti glieli darebbe in euro, e questi euro al momento non li ha.

      ma nel momento in cui lo stato pretende di avere pagato il suo debito, in realtà ne ha soltanto creato un altro, spostato più in là; certo al creditore lo stato dice che quei mini-BOT lui li può fare circolare e cederli ad altro, come se fossero moneta; resta da vedere se gli altri sono disponibili ad accettarli e a quali condizioni.

      c’è da augurarsi che nessuno li voglia, dato che notoriamente, se aumenti la circolazione della moneta, non crei più ricchezza, ma semplicemente redistribuisci la ricchezza che esiste su una base monetaria più larga; si chiama inflazione.

      ma qui la cosa è complicata dal fatto che la moneta che circola non è nazionale, ma europea; e quindi una ricaduta sull’inflazione è ostacolata: l’euro non perderà valore perché in Italia circolano anche i mini-BOT; quindi l’inflazione si scaricherà soltanto su di loro, saranno loro a perdere valore, come avvenne in Francia con gli assignat nel 1789-96.

      qui dovremmo verificare la legge di Gresham al contrario: “la moneta cattiva scaccia quella buona”, disse quel banchiere inglese nel Cinquecento, visto che qualcuno aveva l’abitudine di limare le monete d’oro che gli capitavano in mano e di metterne in po’ di polvere da parte; se ci sono due monete dello stesso valore e una è più leggera, è questa solida che circola, perché l’altra viene tesaurizzata; ma il banchiere inglese che la inventò potrebbe trovarsi in questo caso di fronte al fenomeno opposto, perché nessuno vorrebbe la moneta cattiva dei mini-bot, il cui valore è di fatto limato dallo stato, e dunque non circolerebbero affatto, ma resterebbero sul groppone di chi li riceve.

      ma mettiamoci nei panni di chi verrebbe pagato in una moneta dal valore incerto.

      ci sarebbe un modo solo di imporre i mini-bot: pagarci stipendi, pensioni e magari anche reddito di cittadinanza. e sarebbe un modo sicuro di svalutarli radicalmente.

      – ah, qualcuno ha anche detto che la legge di Gresham si applica anche alla politica: anche qui il politico cattivo, cioè scadente, caccia dal mercato politico quello buono.

      "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.