Tav: machiavellico Calenda! – 357

Machiavelli non ha mai detto: il fine giustifica i mezzi.

lo dicevano i gesuiti, invece; ma siccome erano machiavellici – ops: gesuiti -, dicevano che l’aveva detto Machiavelli.

ci siamo fino a qui?

quindi d’ora in poi, ogni volta che sentite dire machiavellico, sostituite mentalmente con gesuitico.

. . .

ah, qualcuno mi tira per la giacca e mi fa osservare che papa Bergoglio è un gesuita…

sì, ma dell’America Latina: qualcuno conosce la storia dei gesuiti in America Latina?

si batterono per gli indios e fondarono delle comunità autogestite per difenderli.

pochissimo gesuiti, in fondo: oppure gesuiti a un livello più profondo.

61Nm4A+03iLa

. . .

ah, qualcun altro (ma devo essere io che parlo con me stesso da solo) mi fa osservare che Calenda, appena eletto deputato europeo per il PD, è così gesuitico – o machiavellico – che vorrebbe che il Partito Demokrat votasse no alla TAV e dicesse di voler bloccare i lavori pur di far cadere il governo.

e naturalmente portare in questo modo del tutto al potere Salvini, in questo parlamento o nel prossimo.

d’altra parte, siccome il PD ha inglobato quel che restava della sinistra democristiana, pare ovvio che il gesuitismo machiavellico sia di casa da quelle parti…

. . .

ah, voi dite che è inutile discutere se questo di Calenda è gesuitismo oppure machiavellismo: è stupidità pura…

images (1)

è la solita storia di quello che voleva fare un dispetto alla moglie…

e qualcuno ha cercato di farci credere che Calenda era un leader!

. . .

postilla dell’8 agosto:

e voi vi immaginate, se il PD avesse dato retta a quel pirla di Calenda e avesse davvero votato con i 5Sedie, che razza di ottimo argomento da campagna elettorale avrebbe regalato a Salvini?

e non ditemi che questo è senno di poi; questo è senno di prima…


15 risposte a "Tav: machiavellico Calenda! – 357"

  1. Insomma, se dal mio lato abbiamo Di Maio e la stazione di Matera, dal tuo avete Calenda…

    P.S.: condivido il discorso sui gesuiti, e mi sorprende che tanta gente abbia evitato non dico di studiare la storia, ma addirittura di vedere “Mission”, con De Niro e Jeremy Irons che erano appunto gesuiti. Mi permetto però di far notare che Bergoglio apparteneva pur sempre alle alte sfere ecclesiastiche, verso cui nutro sempre un sospetto che ritengo legittimo, soprattutto per uno che viene dall’America Latina…

    "Mi piace"

    1. dubito molto che Calenda sia dal mio lato, ne ho parlato male sin dal primo momento che venne tentato di lanciarlo come nuovo leader: azione già fallita, vista la modestia del personaggio: possono esserci modi diversi di essere a favore della TAV, no?

      vorrei dire che anche su Bergoglio ho continuamente manifestato molta prudenza di valutazione e l’ho sempre considerato per quel che è, un peronista nella Chiesa; tuttavia il passato dei gesuiti del Sud America lo condiziona anche aldilà della sua volontà – ma non vanno mitizzati neppure loro, però.

      sul resto, vorrei sperare che questo voto sia la conclusione della trentennale vicenda NO-TAV della Valdisusa, come lo fu in Germania qualche anno fa il referendum sulla TAV Stuttgart Muenchen nel Baden-Wuerttemberg: lì i no-TAV hanno continuato la loro azione, anche dopo la sconfitta, ma esclusivamente su un piano di contro-informazione; ma sulla loro azione corretta si è basato il più grande rivolgimento politico nel Land, che ha ora un presidente Verde, dopo essere stato uno dei pilastri della CDU per decenni.

      "Mi piace"

        1. ti ho mai messo sullo stesso piano, forse? sarebbe totalmente assurdo.

          nei 5Sedie il tema principale dell’opposizione è diventato il favore economico alla Francia: disgustoso!

          non per questo considero disgustosa forme di opposizione come la tua, che nascono da ben altri motivi, anche se non la condivido del tutto.

          "Mi piace"

  2. Ti ricordi la real politik? Si lo so, era una cosa un po’ più alta di cosi. Infatti mi sembra che abbiamo messo nei ruoli politici soltanto dei nani scopiazzoni. E copiano pure male. Lo stesso errore che si fa con Machiavelli. lo si fa anche con i gesuiti. E’ il mettere tutto insieme senza differenziazione che rende tutto opaco e indistinto.
    Proprio quello che fa il nostro governo ora, con la folla miope ed esultante che dice “Vedete, non eravamo noi ad essere ciechi. Anche chi ci governa dice che è tutto uguale. Che non c’è bisogno di discernimento”.
    Non ho una soluzione, ma vorrei che la mia idea fosse ancora in qualche modo rappresentata. E non è quella di Calenda che, ai nostri tempi, sarebbe stato nel PLI o PRI.

    "Mi piace"

    1. la Realpolitik significa, nel fare le scelte, prendere atto dei rapporti reali di forza; non significa la perversione mentale di fare il contrario di quello che si vuole per ottenere un risultato secondario.

      nel silenzio universale, in queste ore stanno partendo le procedure per la TAV Brescia Verona; la tratta costerà all’Italia ben più della TAV Torino Lione e la sua utilità è forse minore; TAV sono state costruite o sono in costruzione dappertutto e quella Milano Roma è una meraviglia che mette fuori gioco il trasporto aereo.

      si possono comunque avere opinioni diverse, legittimamente, sulla utilità di quella in Valdisusa, per dare ragione ai chiusi montanari del posto (in Sued Tirol gioiscono per quella del Brennero in costruzione, ma ovviamente per loro simbolicamente rafforza i legami col mondo tedesco, e sono contenti); ma tenere inchiodato un paese trent’anni a questo dibattito è una follia, soprattutto dopo che ci siamo impegnati a farla a livello internazionale.

      sento dai 5Sedie tirare in ballo l’argomento dei soldi: e sono gli stessi che ci inchioderanno a versare altri miliardi per l’Alitalia, che ci è venuta a costare già altre due o tre TAV di Valdisusa, a fondo perduto e per sostenere il traffico aereo.

      chi ci trova una logica qualsiasi in questa follia dev’essere pazzo a sua volta.

      caro kiver, sono molto scoraggiato; vale la pena scrivere? e per chi? qui sono tutti fuori di testa, tanto a destra quanto a sinistra; e in questi casi, come è noto, la vera risposta è una sola: quello fuori di testa sono io.

      Piace a 1 persona

      1. Secondo me, vale la pena. Quanto meno per lasciare un segno. Per dire “non siamo tutti uguali”, “non ero d’accordo”, “la pensavo in questo modo”, “ho fatto queste altre cose, tra le quali scrivere”.
        Abbiamo tali nani al governo che non vedono oltre le 12 ore, mentre bisognerebbe avere visioni di 20/30 anni almeno. Speriamo che duri poco e che non brucino tutto questi rozzi ignoranti. Se fossero nichilisti avrei un qualche rispetto per loro, ma sono solo bestie impazzite (con tutto il rispetto per le bestie) con un bazooka in mano.
        Scrivi, io ti leggo. E qualche volta, qui, scrivo anche io. Possibile che siamo solo in due? Per la legge dei grandi numeri siamo molti di più.

        "Mi piace"

        1. per la legge dei grandi (?) numeri, questo post ha avuto da ieri sera 12 clic; immaginiamo pure che tutti lo abbiano letto e non ci sia stato chi gli ha dato soltanto un’occhiata.

          certo, sono i commenti che tengono in vita questo blog; non importa quanti sono i lettori, importa quanti sono i commentatori, e di questo, sinceramente, non mi lamento (anche considerando che ho la tendenza a farli scappare, rispondendo a volte in modo duro).

          il problema di fondo è che l’analfabetismo strutturale avanza come l’effetto serra, e forse o quasi in parallelo a lui; ma non abbiamo trovato altri strumenti che la parola, anche se la parola è inefficace.

          Piace a 1 persona

          1. Abbiamo la parola. Non è inefficace. Solo che occorre una certa insistenza collegata all’agire – è il mio lavoro di educatore 😉
            Non un passo indietro. Non voglio essere ricordato come quelli che abitavano lungo le strade che portavano ai campi di sterminio.

            "Mi piace"

            1. ecco, è il collegamento della parola all’agire che mi manca, ultimamente.

              quando penso che i 5Sedie hanno approvato la criminalizzazione del soccorso in mare per mettere in crisi il governo sulla TAV, mi domando se ci sia materia grigia dietro i loro sguardi da cyborg…

              ma quando penso questo, penso anche che forse è un bene che le mie parole non siano troppo collegate all’azione… 😉

              "Mi piace"

  3. Non sono un fan di Calenda ma in questo caso penso che avesse ragione. Il PD doveva astenersi sulla mozione 5S, lasciandoli a scornarsi con i salviniani. Ma i renziani hanno più paura dei grillini di andare a votare, ed hanno apposto il niet. Se poi si chiedesse agli elettori dem quanti sono d’accordo con la Tav, potrebbero esserci delle sorprese… questo schieramento pro grandi opere che tanto si criticava quando era Berlusconi a proporle, non è che sia digeribilissimo, va bene che la gente ha la memoria dei criceti, ma a tirare troppo la cordicina si spezza e già e’ parecchio sfilacciata

    "Mi piace"

    1. senza offesa, posso risponderti a cuore aperto?

      il leader di uno dei primi movimenti rivoluzionari della storia (pur se ispirato come nell’Iran khomeinista all’integralismo religioso, pare, almeno in origine) disse: Sia il vostro linguaggio sì sì, no no.

      in questo solo senso mi sento ancora evangelico: è difficile costruire qualcosa di politicamente alternativo sul forse, non so…; non solo, ma non è neppure comunicabile.

      è attraverso forme di pensiero contorto di questo tipo, continuamente alimentate dalla nostra stampa machiavellista, che ci si suicida politicamente.

      poi avrai ragione tu, può darsi: se il paese è machiavellista, cioè gesuita, forse bisogna adeguarsi e farsi orbi in mezzo agli altri orbi, per avere successo.

      ma se il successo non interessa, meglio mantenersi lo sguardo limpido, direi; del resto siamo in tempi nei quali pare che le masse ne abbiano le palle piene dei politicismi sgangherati, alla Calenda in questo caso.

      però una domanda finale diretta: tu sei così favorevole a tornare a votare subito – con una legge elettorale renzina palesemente incostoituzionale – per avere un altro parlamento salviniano e a breve un presidente della repubblica conforme? Feltri, per esempio… (e io purtroppo sui presidenti ci azzecco sempre…).

      e sino al punto di sputtanarti davanti a quel po’ di opinione pubblica che resta filo-demokrat (più che altro per disperazione) dicendo adesso che la TAV non sai se la vuoi o non la vuoi e non sai se rispettare i trattati internazionali firmati oppure no?

      dimmi di sì.

      posso capire te, personalmente, se sei contrario alla TAV; ma come posso capire Calenda che è favorevolissimo a farla?

      "Mi piace"

      1. La butti giù un po’ troppo dura, secondo me.
        A votare prima o poi bisognerà andarci, e il momento non lo sceglierà certo il PD.
        Personalmente (ma non da solo, anzi) non mi sarei attaccato a coerenza, si o no, quando per anni si è detto e fatto tutto e il suo contrario.
        Tra l’altro il segretario era favorevole ad uscire dall’aula o astenersi, ma evidentemente nei gruppi parlamentari comanda ancora Renzi.
        Poi facciano quel che vogliano, anche impiccarsi, io continuo a pensare che la Tav e’ inutile se non dannosa, ma è e’ comunque un tunnel e invece se ne è fatta una battaglia ideologica.
        Vedremo fra vent’anni, se riusciranno a finirlo, se sarà servito veramente e ci avrà dato tutti i benefici mirabolanti che dice Salvini (già questo me ne fa dubitare).
        Nel frattempo sarebbe bene far politica, invece di continuare a starnazzare che questi ci portano al baratro… politica che significa fare proprie proposte, non quelle di Berlusconi.
        Almeno avessero proposto il ponte sullo Stretto…

        "Mi piace"

        1. avessero proposto il ponte sullo Stretto non avrei avuto dubbi, fossi stato nel PD, a votare no.

          dici che la metto giù troppo dura…; probabile; del resto ho citato uno che la metteva giù morbida neppure lui.

          su un punto però siamo indiscutibilmente d’accordo: e’ comunque un tunnel e invece se ne è fatta una battaglia ideologica.
          fanatismo puro: qui c’è gente disposta a scannarsi per trent’anni per un buco in un monte (e solo su quello, mentre se ne fanno diversi altri senza che nessuno fiati) e non gliene importa nulla se centinaia di persone annegano in mare…

          alle elezioni andremo quando vuole il nostro silente presidente della repubblica, non altri; la vera domanda che bisognerebbe farsi è: ci andiamo con QUESTA legge elettorale? che è l’ultimo regalo avvelenato di Renzi, un pirla che ha posto con questa legge le premesse del successo delle destre, pensando di sfruttarne gli aspetti antidemocratici per restare al potere…
          come mai nel PD non si parla di provare a cambiarla?
          qualcuno si è accorto che, combinata con la riforma, giusta, del numero dei parlamentari, regalerà a Salvini una maggioranza dei due terzi?

          Piace a 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.