Mattei, state sereni – 418

Renzi, il patologico, crea un partito di centro, che dovrà sgomitare parecchio per superare il quorum (ma vedrete che riuscirà a farlo mettere al 3%, così salverà anche la sinistra mingherlina, che altrimenti non riesce ad entrare in parlamento…).

e dovrà sgomitare perché in questa strana voglia di resuscitare la Democrazia Cristiana che attraversa l’Italia (come se non ci fosse già il Partito Democratico!), il centro è molto affollato: ci sta soprattutto Conte, che è un vero redivivo Andreotti, buono per tutte le stagioni, ma soprattutto ci sta quella specie di ameba indefinita che sono i 5Stelle, la versione ringhiosa della DC, il partito pronto ad allearsi tanto con la destra quanto con la sinistra, a seconda di come soffia il vento.

. . .

vedi l’astuzia hegeliana della storia! si serve del narcisismo insopportabile di un alcolista del potere, Renzi, per riportare in Italia le legge elettorale proporzionale e raccogliere opportunamente al centro del sistema politico l’eredità più o meno imminente di Berlusconi:

del resto l’unico vero erede di Berlusconi, come tecniche comunicative e scelte ondivaghe, è sempre stato soltanto lui, Renzi, e lo sanno entrambi.

Renzusconi, si diceva qualche anno fa.

Renzusconi.jpg

e non sarà proprio niente di male, se strapperà qualche elettore da quelle parti, riportandolo effettivamente al centro, in un partito un poco più moderno, anche se pur sempre personale.

. . .

lasciamo quindi perdere le dichiarazioni ripetute negli anni che mai e poi mai lui avrebbe abbandonato il partito, che era la sua casa: naturalmente fino a che era nelle sue mani o quasi; appena si è visto in ombra, eccolo in fuga.

e in bocca al lupo, allora!

qualcuno dovrà soltanto spiegarmi come ha fatto un partito nato da quello di Berlinguer a finire nelle mani del parolaio Renzi, un uomo totalmente inaffidabile, e dunque politicamente morto, perché l’elettorato non è poi così fesso (a parte qualche minoranza di cointeressati).

. . .

quindi, resta la mia antipatia viscerale per il personaggio, ma anche la mia valutazione tutto sommato positiva di queste sue scelte ultime, solo apparentemente bizzarre:

decisamente preferisco un Partito Democratico senza Renzi che un PD che addirittura gli offre la presidenza del partito, per provare a trattenerlo per la giacca.

questa fregola di essere in tanti, anche se non si sa più bene per fare che cosa, è la rovina della nostra politica, che si riduce a pura lotta per il potere e per le tangenti.

(a proposito, nessuno ha niente da dire del governatore lombardo Formigoni condannato dalla Corte dei Conti a risarcirci di più di 45 milioni di euro?

a tanto ammonta il danno portato alle casse della Regione dai suoi favoritismi; e 5 sono i milioni di euro che gli sono stati confiscati perché entrati direttamente nelle sue tasche: eppure la Regione Lombardia la governano ancora gli stessi che hanno sorretto lui per 18 anni, dal 1995 al 2013!).

. . .

l’aspirazione di Renzi, in tutta evidenza, è non soltanto di essere l’erede di Berlusconi, ma anche il nuovo Craxi, un uomo che non ha mai raggiunto il 15% dei voti, ma è stato per anni il baricentro della nostra vita politica (rovinando l’Italia visto che ha buttato le basi del debito che non ci siamo ancora scrollati di dosso).

Craxi dominava il Partito Socialista Italiano, piccolo, ma decisivo per le maggioranze; e questo gli bastava per raccogliere quelle masse di tangenti che furono poi la sua rovina politica, quando gli americani decisero di liberarsi di lui, per lo sgarbo di Sigonella, e gli scatenarono addosso Mani Pulite.

si era definito Ghino di Tacco, dal nome di un brigante toscano medievale che taglieggiava, grazie alla posizione nella rocca di Radicofani, i pellegrini che andavano a Roma a vedere la veronica, l’immagine di Cristo, achirografa, si diceva, cioè non dipinta da mano umana, ma prodotta da qualche miracolo: più o meno come la Sindone.

. . .

credo che Renzi stia però sbagliando i conti, proprio quelli da fare col pallottoliere di una volta:

al Senato avrà con sé 5 o 6 senatori, il nuovo Regolamento voluto da Grasso la scorsa legislatura impedisce (evviva!) di formare nuovi gruppi politici dopo l’insediamento (a quando una modifica simile anche alla Camera?) e comunque la maggioranza che ha avuto Conte è stata pari a 169 sì; togline pure anche sei, ne restano 163 e la maggioranza è a 161; quindi qui Renzi può indebolire parecchio il governo, ma non farlo cadere, anche perché in caso di bisogno non è da escludere qualche altro voto favorevole.

lo stesso dicasi alla Camera: qui si dice (ma è ancora da vedere) che Renzi potrà costituire un gruppo suo con 20 deputati; Conte ha avuto la fiducia con 343 sì; togline pure 20, ne restano 323 e la maggioranza è a 316; quindi qui il margine è anche più consistente.

e adesso come farà Renzi a fare il Craxi-Ghino di Tacco della situazione?

. . .

una volta si diceva tigre di carta.

ora dovremo imparare a dire tigre di twitter.

non preoccupatevi di Renzi: lasciatelo a litigare con +Europa e con Calenda: si devono contendere lo stesso spazio politico, che ben merita di essere rappresentato.

e vinca il migliore – che certamente non mi pare Renzi.

. . .

tempo di suicidio dei matti Mattei.

a proposito qualcuno ha visto quell’altro che parla le lingue a Pontida? manco fosse il papa all’Angelus di capodanno.

dio mio, ma perché la politica italiana è una farsa?

https://video.repubblica.it/dossier/scandalo-lega/salvini-ripete-lo-slogan-in-tre-lingue-ma-la-pronuncia-scatena-i-social-franco-orobico/343667/344257


Una risposta a "Mattei, state sereni – 418"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.