kelebekler, Perché non mi trovi su Facebook – bortoblog 36

questo non è un semplice reblog, ma un copia e incolla rielaborato: non ho tolto una parola al post citato nel titolo, ma l’ho riorganizzato in un modo che a me è parso più logico e leggibile; ma naturalmente quelli che davvero importano sono i contenuti, persuasivi ed efficaci in qualunque versione.

. . .

Ci sono mille motivi per per usare Duckduckgo invece di Google, non avere lo smartphone, non essere accessibili su Whatsapp e non stare su Facebook: il primo sono quelli che ti dicono, “ma è uno strumento neutrale, dipende solo dall’uso che ne fai”.

Ma un motivo molto più importante lo spiegò Nezami, contemporaneo, all’incirca di Federico Barbarossa, che visse tra i monti del Caucaso e scrisse cinque immense opere epiche.

download

Una di queste opere racconta dell’amore tra il re persiano, Khosrow e la principessa d’Armenia Širin (sì, una donna sovrana che fa anche una vita avventurosa senza mai perdere la propria dignità).

Šāpur è il nadim di Re Khosrow; cioè il compagno di bevute e anche il saggio consigliere.

L’arte e la saggezza permettono a Šāpur di dare un consiglio fondamentale all’impetuoso e spesso confusionario Khosrow, e anche a me e a te a tutti coloro che regalano il proprio cuore a gratis al signor Zuckerberg:

È il cuore il tuo più intimo confidente, il cuore di un estraneo ti resta comunque estraneo e se non vuoi che ti rubino il grano, non lasciare uno sconosciuto da solo in casa tua!
Racconta i tuoi segreti al tuo miglior amico pensando che questi sia il tuo peggior nemico, e non raccontare cose delicate davanti al tuo rivale e neppure davanti al tuo compagno più intimo!
Non importa che l’amico sia sapiente oppure ignorante, tu non lasciare ricchezze a qualcuno che non ti porti affetto.

. . .

Interrogato da Širin, Šāpur dirà di sé:
“Sono un uomo che ha visto molte cose, molto bene e molto male; delle cose elevate e delle bassezze del mondo, Dio non mi ha tenuto nulla di segreto; tu posa il tuo sguardo sull’universo, dalla Luna ai Pesci, e interrogami poiché io ho notizia di qualsiasi cosa: infatti ho attraversato il mondo, paese dopo paese, dai confini d’Oriente alle terre d’Occidente”.

E già qui, c’è un insegnamento importante, che la saggezza non si trova in un libro, in un curriculum, in un’ideologia, ma nel saper guardare, sempre con curiosità, l’insieme delle cose.

. . .

L’opera è anche un complesso gioco linguistico – Šāpur è di mestiere pittore, Širin è l’oggetto del suo ritratto, e la Cina è il luogo supremo dell’arte.

Così, quando lei vede lui:
چو نقش چین در آن نقاش چین دید cu naqsh-e cin dar ān naqqāsh-e cin did
leggo la traduzione di Daniela Meneghini,
“Alla vista del pittore cinese, quell’effige d’oriente…”

Ma mi viene la curiosità di decifrare l’originale e trovo:
“quando lei, dipinto cinese, vide lui, pittore cinese…”

La traduzione di Daniela è ovviamente la migliore possibile; ma colpisce come ogni verso nasconda altre cose ancora, che nessun traduttore può tirar fuori: il doppio rimando alla Cina, ma anche al fatto che il ritratto di lei sia opera di lui; però tutta l’opera ruota attorno ai ritratti che Šāpur dipinge, e quindi in un altro senso ancora, lei è un suo ritratto.

. . .

Tradotta integralmente, per ora, soltanto in lingua russa, azera e italiana: quest’ultima traduzione è opera di Daniela Meneghini, che ha dedicato la sua vita a Nezami.

. . .

da qui inizia il mio bortoblog della prossima settimana, e qui sotto troverete, in ordine cronologico inverso, i miei commenti su altri blog di questa piattaforma e forse anche di altre.

. . .

https://riccoespietato.wordpress.com/2019/09/21/evidente-sara-lei/

bortocal15 25 settembre 2019 alle 06:16
a me Il Fatto non è piaciuto da quando è nato…
https://corpus0blog.wordpress.com/2019/09/25/e-un-fatto-che-non-mi-piace-cor-pus-175-117-23-settembre-2009-925/

ricco&spietato 25 settembre 2019 alle 13:53
ricordo che al tempo comprai uno dei primi numeri. uno e basta, effettivamente.

bortocal15 25 settembre 2019 alle 17:53
io lo consulto ancora online (gratis); se dovessi smettere di leggere tutti i giornali che non mi piacciono non ne leggerei più neppure uno 😉

 

. . .

un mio vecchio montaggio video del 4 November 2010, collection of tea in Munnar – My India 6,13 (121 contatti ad oggi, 1 like), ha ricevuto un commento inatteso, che viene da Cecilia, che aveva già commentato un mio video eritreo:
la raccolta del tè sulle montagne attorno a Munnar, in India, vista assieme a Joe, un ragazzo texano conosciuto lì, occasionale compagno di viaggio per tre giorni, l’attacco delle sanguisughe, la pesa del tè e tante vedute di quel paesaggio quasi surreale, che è in se stesso un’opera d’arte, arte umana.

Cecilia Ciaschi 1 giorno fa
Meraviglioso!
Interessante e bellissimo questo reportage!!!
E favolosa anche la musica!!!

bortocal 1 secondo fa
grazie del commento, mi hai fatto riguardare il video dopo tanto tempo, ed eccomi in un attacco acuto di nostalgia per l’India, dalla quale manco oramai da troppi anni.
ma la ritroverò com’era?
certamente no, e questo mi fa quasi paura.

. . .

to be continued

. . .

gli altri post che mi sono piaciuti questa settimana:

La Coca Cola ed i suoi Danni in 5 punti

https://sherazade2011.wordpress.com/2019/09/27/se-son-rose/

Le ombre di Platone

Suicidi assistiti

https://zariele.wordpress.com/2019/09/26/how-dare-you/

https://aspoitalia.wordpress.com/2019/09/25/bancarotte-e-crisi-climatica/

https://alemarcotti.wordpress.com/2019/09/25/lo-stridio/

I danni della Brexit prima della Brexit

Arriva il gretismo [repost]

greta-web2a

https://massimobotturi.wordpress.com/2019/09/22/restiamo/

Bosio contro Brescia Anticapitalista: ultimo atto?

https://zariele.wordpress.com/2019/09/23/meno-affidabili-del-culo-di-un-neonato/

La follia del granello di sabbia

https://nonsonoipocondriaco.wordpress.com/2019/09/24/quando-a-scuola-facemmo-educazione-sessuale/

. . .

to be continued


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.