nuova legge elettorale. PD: Democratico? no, Demenziale – 525

voi riuscireste mai a credere che sulla nuova legge elettorale il Partito Democratico è pronto ad allearsi con la Lega di Salvini contro i propri alleati, cioè i 5Stelle, LiberieUguali e Renzi?

io no; faccio fatica a crederlo; e del resto, chi lo crederebbe, da persona sensata?

del resto la stampa di regime, quello attuale e quello che preme alle porte, tiene la notizia nascosta più che può.

eppure, ascoltate, se pensate che io non sia obiettivo, oppure leggete qui, che questi sanno fare i giornalisti meglio di me, naturalmente:

https://www.linkiesta.it/it/article/2019/11/25/maggioritario-riforma-elettorale-pd-5-stelle-salvini/44497/

. . .

“Noi abbiamo esposto ai tavoli di maggioranza ipotesi che dovrebbero evitare una legge puramente proporzionale, ma che aiutino la semplificazione e a formare coalizioni di governo chiare e stabili, con un impianto maggioritario.
Per questo […] non va fatta cadere la proposta di Giorgetti – il vice-segretario della Lega – di un tavolo di confronto su questi temi, da attivare nei tempi più rapidi”.
Il processo politico italiano va verso una netta bipolarizzazione.
È chiaro che nel futuro il confronto e la competizione saranno sempre di più tra un campo democratico civico e progressista, di cui il Pd è il principale pilastro, e la nuova destra sovranista e a partire dalle prossime elezioni regionali il Partito Democratico sarà presente e pronto ad affrontare le sfide.
Il travaglio, che rispettiamo, e le difficoltà del Movimento 5 Stelle hanno origine nella accelerazione di questo scenario e accentuano una crisi di sistema che va rapidamente affrontata con gli strumenti della democrazia. Anche con una nuova legge elettorale”-

questa è una pubblica dichiarazione di tre giorni fa di Zingaretti – il demente, politicamente parlando; non sono abituato ai termini forti, ma non posso usarne nessun altro.

e se volete argomentazioni più sottili, ma altrettanto indignate, andate al link che vi ho mandato.

oppure leggete qui, quel che dice un giornale di Berlusconi:

Zingaretti ha fatto ai suoi questo ragionamento: meglio scommettere sulle elezioni, magari nella tarda primavera, i grillini sono al tramonto e noi possiamo recuperare voti.
Zingaretti non pensa di battere la destra, ma di mostrare come il Pd sia l’unica alternativa.

. . .

purtroppo il PD, Partito Demente italiano, è nato con la vocazione maggioritaria addosso, cioè con l’idea fissa di fare piazza pulita a sinistra di ogni forza che non fosse lui stesso.

poco importa che il quadro politico europeo sia pluralista, e veda socialdemocratici, verdi, sinistra, e perfino democratici europeisti liberali o filo-liberisti, come Macron in Europa e Renzi, Calenda e Bonino in Italia, impegnatissimi da noi a farsi la guerra personale fra loro.

un’Italia europea dovrebbe muoversi in un quadro politico omogeneo a quello dell’Unione, no?

invece Zingaretti ripropone oggi l’errore storico catastrofico di Veltroni a fine 2007, appena nato il Partito, quando preferì allearsi con Berlusconi a difesa della sua legge elettorale maggioritaria, poi dichiarata anti-costituzionale, anziché con Fini per una revisione della medesima, e palesemente volle affondare il governo Prodi, pur di distruggere la sinistra di Bertinotti alle elezioni successive della primavera 2008.

insomma, non a caso Bersani, che incomprensibilmente passa oggi, assieme al criminale di guerra D’Alema, per un leader della nostra sinistra, ha sempre parlato della ditta, a proposito del partito di cui è stato persino inetto segretario.

questi ragionano come dei ragionieri – con tutto il rispetto della categoria, finita a metafora linguistica: per loro l’obiettivo vero è aumentare il numero dei loro parlamentari tra un’elezione e l’altra: non gli interessa la linea politica.

che dico? men che meno gli interessano i destini del paese.

per questo spianarono la strada a Renzi, violando persino lo statuto per farlo eleggere, dato che portava voti, approvarono tutta la sua politica sociale di destra, ma poi lo mollarono quando cominciò a perdere consensi, e solo per quello.

per questo sono contro i 5Stelle, oppure a favore dei 5Stelle, oppure decisi a uccidere politicamente i 5Stelle, giorno per giorno, a seconda di quello che gli pare al momento che gli conviene di più.

. . .

ma il bello è che non sono capaci di capire neppure questo.

ecco come sarebbe stata la Camera dei Deputati eletta l’anno scorso, col sistema elettorale maggioritario di cui parlano adesso:

inglese-675

. . .

ottusi, irresponsabili, pericolosi.

i populisti peggiori di tutti, perché per loro la ditta, cioè il loro successo personale in numero di deputati e posti di prebenda, viene prima di tutto il resto.

l’Italia non potrà mai essere libera e democratica fino a che non si libera di questo mostro politico.

. . .

sogno da anni una legge che dica che quando un partito politico risulta profondamente invischiato in fenomeni provati di corruzione deve essere fissata l’inagibilità politica A VITA di chiunque vi abbia avuto cariche direttive.

avanti, signori di questa ditta e delle altre, che c’è posto per tutti: Berlusconi, Lega, PD: chi si salva?

che meraviglioso repulisti sarebbe, ragazzi…

ma senza un repulisti simile non ci sarà salvezza per i veri democratici italiani.

. . .

certo, dovrebbero bastare gli elettori per farlo: ma com’è possibile se le elezioni stesse non sono democratiche?


6 risposte a "nuova legge elettorale. PD: Democratico? no, Demenziale – 525"

    1. l’ultima sentenza della corte costituzionale sul tema ha lasciato intendere tra le righe che la legge elettorale più coerente con l’impianto della nostra Costituzione è quella proporzionale.

      motivo di più, per i politicanti nostrani, di evitare questa scelta.

      "Mi piace"

        1. esatto; del resto questo è proprio il segreto della democrazia: bisogna pure inventarsi qualcosa per governare senza avere la maggioranza dei consensi…

          in Inghilterra, in Francia e negli USA ci arrivano col maggioritario secco o al massimo col ballottaggio (che la fa un pochino meno sporca….)

          "Mi piace"

  1. Un repulisti?
    Sembra impossibile volontariamente, sarà necessario un gran scrollone alsistema, ovvero una grave crisi generale o una guerra totale per fare tabula rasa e costituire una nuova società etica e solidale!!

    Piace a 1 persona

    1. ovviamente il repulisti è solo una figura letteraria: so benissimo che in politica chi auspica un repulisti radicale confessa per ciò stesso di essere un sognatore, e dunque non un politico.

      e sono meno ottimista di te anche sulla catastrofe rigeneratrice: nelle catastrofi solo le società sane riscoprono i valori della solidarietà sociale e per la verità soltanto in parte: è molto più facile che le catastrofi facciano emergere il peggio della società umana.

      in ogni caso lo scrollone sta arrivando, e non perché noi lo vogliamo; le discussioni da blog possono essere utili per arrivarci preparati…

      "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.