Hitler, Turingia 1930-2020 – 48

“Den größten Erfolg erzielten wir in Thüringen”
Il più grande successo lo abbiamo ottenuto in Turingia
Hitler 1930

la Germania democratica è in allarme, perché ieri in quel Land è stato eletto presidente un Liberale con i voti determinanti di Alternative fuer Deutschland, il partito sovranista, che oltretutto in quella regione ha assunto un carattere ancora più dichiaratamente nostalgico del nazismo che a livello nazionale.

è del tutto ovvio, in Germania, che con i nostalgici del fascismo non si può governare: quindi la ricerca delle maggioranze va fatta esclusivamente fra i partiti che si dichiarano antifascisti.

anche se le destre sovraniste – nuovo nome dei nazionalismi – avanzano anche lì, per ora esiste un muro per isolarli politicamente.

non si capisce bene per quanto tempo potrà reggere, purtroppo.

. . .

intanto Orbàn, il nazionalista autoritario ungherese, è stato sospeso a tempo indeterminato dal Partito Popolare Europeo, e potrebbe passare allo schieramento politico europeo conservatore al quale appartiene anche la Meloni.

non certo ai populisti europei filo-russi della Le Pen e di Salvini.

. . .

ma quali sono gli equilibri politici europei attualmente?

Elezioni-europee-Parlamento-Ue-proiezioni-risultati-di-maggio.-Popolari-primo-partito-ma-ridimensionati-crescono-i-sovranisti_articleimage

dopo l’uscita definitiva del Regno Unito, la destra si è alquanto impoverita: il Parlamento Europeo ha oggi 705 seggi e la maggioranza ne ha 471, ed è formata da: Popolari europei 187; Socialisti e Democratici 148; Liberali 97; 5Stelle 14; e fanno parte della maggioranza, stranamente, anche i 25 deputati del partito conservatore polacco, mentre altri 37 membri di questo schieramento europeo sono invece parte dell’opposizione di destra, che raccoglie in tutto 177 eurodeputati, attualmente, nelle sue diverse componenti.

i Verdi sono all’opposizione sul lato politico opposto, assieme alla Sinistra europea  ed hanno 67 + 40 eurodeputati, in tutto 117.

se i 13 deputati ungheresi del movimento di Orban passassero all’opposizione, porterebbero i Conservatori europei a 75, rispetto ai 62 di oggi e i Popolari a 174 rispetto ai 187 di oggi; l’opposizione di destra salirebbe a 190 eurodeputati e la maggioranza scenderebbe a 454: movimenti irrilevanti.

ma anche Forza Italia, con i suoi 7 eurodeputati eletti fa parte del Partito Popolare Europeo; ammettiamo che polacchi e berlusconisti passino pure all’opposizione, come del resto sarebbe più coerente con la loro fisionomia: l’opposizione di destra europea salirebbe a 222 seggi: e se riuscisse a superare le proprie divisioni interne, sarebbe certamente il movimento politico più forte in Europa, mentre la maggioranza attuale al Parlamento Europeo scenderebbe ulteriormente a 422 su 705.

e i 5Stelle? quanto è solida la loro posizione europeista? per ora non sono stati accettati tra i Verdi europei per le loro ambiguità, ma se queste venissero sciolte, la maggioranza centrista europea perderebbe alcuni seggi a sinistra, scendendo ancora a 408: pur sempre abbastanza solida, sulla carta, in un parlamento di 705 membri.

insomma, l’equilibrio democratico centrista in Europa per ora regge, ma è anche fragile, e i suoi pericoli maggiori vengono da destra; la sinistra europea è molto fragile.


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.