l’Italia Viva dei mascalzoni, Viva l’Italia dei mascalzoni – 64

la situazione della giustizia in Italia è ripugnante.

una sentenza delle sezioni unite della Cassazione di gennaio, stabilisce che se intercetti qualcuno per un reato e così facendo ne scopri un altro, queste intercettazioni non possono essere usate per far partire una nuova inchiesta.

ma vi sembra normale o ripugnante? in quale paese del mondo, se scopro intercettando qualcuno per qualche altro delitto, che ne ha commesso un altro, ci si ritira in punta di piedi, scusandosi di averlo intercettato?

oggi le intercettazioni possono essere usate soltanto se l’inchiesta è già aperta sul reato che rivelano (!!!) e soltanto per un reato gravissimo, per cui è possibile l’arresto in flagranza.

naturalmente la Cassazione sta soltanto interpretando la legge fatta dai politici mascalzoni che vogliono il voto dell’elettorato mascalzone; non si può rimproverarla se il Parlamento da tempo segue quest’onda.

. . .

l’ex magistrato Grasso quindi ha proposto un emendamento minimale alla legge, per dire che si potrebbe utilizzare la registrazione se il nuovo reato consente a sua volta di attivare un’intercettazione. 

il minimo del buon senso, direte voi. 

invece a questo punto Renzi si è messo di mezzo: così non passa, ha strepitato un suo uomo sui giornali (che oramai quasi nessuno legge, almeno per quel che riguarda lui); il poveretto ha un bisogno disperato di apparire come l’erede di Berlusconi – cosa alla quale aspira da sempre; ma qualcuno dovrà pure spiegarci come un berlusconiano puro come lui è diventato segretario del Partito Democratico, ma forse chiedo troppo.

peccato per Renzi che Berlusconi avesse la simpatia viscida di un rappresentante di aspirapolvere, e lui neppure questa, per cui si dibatte per risalire la sua china invano.

. . .

ha cercato di fare più rumore possibile, ma con quale risultato?

“I risultati delle intercettazioni non possono essere utilizzati in procedimenti diversi da quelli nei quali sono stati disposti, salvo che risultino indispensabili e rilevanti per l’accertamento dei delitti per i quali è obbligatorio l’arresto in flagranza, e dei reati di cui all’art. 266 del codice di procedura penale”, cioè quelli per i quali le intercettazioni sono possibili.

come si vede, nella sostanza non è cambiato nulla; e allora, tanto rumore per nulla?


4 risposte a "l’Italia Viva dei mascalzoni, Viva l’Italia dei mascalzoni – 64"

    1. eppure in Prodi non era tutto da buttare e Prodi non vegetava nell’antiberlusconismo, ma aveva comunque una prospettiva sua.
      vero anche che proprio loro lo hanno neutralizzato come corpo estraneo, sostanzialmente: d’accordo con la nostra cosiddetta sinistra, maestra nel gioco delle tre carte.

      "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.