che sballo a Chilaw. parte 2 – bortolindie 16bis – 79

naturalmente l’attenzione di queste ore si è concentrata sugli sviluppi (eventuali) o gli inviluppi, del mio viaggio, anche in relazione alla situazione del coronavirus e alla quarantena disposta “eventualmente” dal governo indiano per chi è partito o è passato in Italia dopo il 10 febbraio.

la cosa bella è che il problema mi è stato segnalato da andrea, un affezionato commentatore del blog, per cui mi sento sostenuto e aiutato da un piccolo gruppo di amici qui dentro in questa avventura che sta diventando ogni giorno un poco più disastrata e folle.

ho scritto all’ufficio indiano competente questa mail, visto che il comunicato su twitter dava anche l’indirizzo mail a cui chiedere altre informazioni; chiedo scusa dell’inglese autodidatta e traballante, spero comunque che si capisca:
I am Italian, now in Sri Lanka and my intention is to visiting India in the next month; I have a touristic e-VISA.
I started from Italy at February 11.
I have not syntoms of coronavirus.
Arriving in India, I will must do the screening, I think; but how with the quarantine? will this be obligatory or not? And how will be the screening?
Thank You for Your attention.
Best regards.

Sono un italiano, in questo momento in Sri Lanka e la mia intenzione è di visitare l’India il mese prossimo; ho un visto turistico elettronico.
Sono partito dall’Italia l’11 febbraio.
Non ho sintomi del coronavirus.
Arrivando in India dovrò fare lo screening, penso; ma che succederà con la quarantena? sarà obbligatoria o no? E come sarà fatto lo screening?
Grazie per la vostra attenzione.
I miei migliori saluti.

risposta incredibilmente immediata, ma purtroppo standardizzata:
Dear Mauro
Thanks for your email.
On return/arrival in India, Health screening will be done and Airport health authorities will decide whether to be quarantine or not after health screening.
You can also contact APHO office Delhi Airport : Helpline Number – 011-25655081, 011-25653408 regarding this matter.

Caro Mauro,
grazie per la tua email.
Al ritorno/all’arrivo in India verrà fatto uno screening sulle condizioni di salute e le autorità sanitarie dell’aeroporto decideranno se imporre la quarantena oppure no dopo lo screening.
Puoi comunque contattare l’Uffico APHO dell’aeroporto di Dehli: Il numero di supporto su questa materia è: …

peccato soltanto che io penso, semmai, di sbarcare a Chennai.

. . .

aggiungete che la nuova carta di credito inviatami da mia figlia è arrivata con un giorno di anticipo, e ho dovuto decidere dove andare adesso e organizzare in fretta la partenza per Puttalam, verso il nord dell’isola; parto a breve in treno.

naturalmente anche i resoconti ne risentono, ed è un peccato, credetemi.

comunque, eccone un altro piccolo stralcio, senza foto, al momento; seguiranno: a Puttalam non ci sarà molto da fare, salvo girare lungo la laguna, magari anche con la bici messa a disposizione della guesthouse.

. . .

eccomi, due giorni fa, davanti al tempio di Munneswaram, tre o quattro chilometri ad est di Chilaw: puro stile tamil, con i gopuram slanciati e digradanti verso l’alto; spettacolare, anche se non al livello quasi sovrumani dei più grandi del Tamil Nadu, e sorprendentemente bianco, il principale, come quello indimenticabile di Tiruchendur, in riva all’oceano Indiano, e anche povero di sculture, mentre di norma i templi tamil sono pieni di centinaia di statue violentemente colorate.

avevo letto che tra febbraio e marzo, a seconda del calendario lunare, vi si svolge una festa in onore di Shiva, che dura un mese, e speravo in un colpo di fortuna: invece o è già finita, oppure deve ancora cominciare, come mi pare più probabile; però la luna nuova è stata il 23 febbraio… – e allora? – c’è anche un’altra ipotesi, ma non anticipiamola ancora.

l’ingresso del tempio, ha, non lontano, un bacino d’acqua sacro, vicino al quale si aggirano delle mucche, sacre anche loro.

l’interno è colorato di bianco e azzurro e presenta la solita sequenza di corridoi nei quali si alternano gli altari e le raffigurazioni delle divinità, con gli apparati di qualche grande processione; ci sono sacerdoti che eseguono i riti per gruppi tutto sommato modesti di fedeli; procedendo si arriva a scoprire il suo nucleo più antico, in pietra marroncina, che risale al Mille – e in questo le statue erano effettivamente colorate, anche se il tempo le ha sbiadite; il resto del tempio gli si è sviluppato attorno, via via nel tempo.

smart

smart

i canti sacri e le musiche producono un effetto incredibile di rilassatezza estrema e di serenità, che neppure riesce a scalfire il suono insistito dei campanelli che a un certo momento si sovrappone; percorro i corridoi a passo abbandonato, guardo il rituale di queste statue, i bassorilievi con le solite storie sacre, i gesti dei fedeli raccolti attorno ad un santone: da un lato penso che le religioni sono tutte uguali, anche se i loro riti sono diversi; dall’altro devono avere qualcosa di diverso, perché gli islamici possono dormire sui tappeti della moschea, gesto che per noi sarebbe una profanazione, e induismo e buddismo rasserenano, mentre il cristianesimo, no, non è affatto una religione tranquillizzante.

smart

. . .

aggiungo alla fine questo appunto, ad uso strettamente personale, per non perdermelo:

Embassy of India, Rome advises all countrymen that no attention be paid to call by fraudsters threatening with deportation or fines due to some wrong entries in immigration, passport or visa forms.
In case you have received any such calls, please click here https://goo.gl/forms/VzvjbIMMVx8Y5N0H2

L’Ambasciata dell’India, Roma, avvisa tutti i connazionali che non va prestata attenzione alle chiamate dei truffatori che minacciano di espulsione o multe a causa di voci errate nei moduli di immigrazione, passaporto o visto.
Nel caso in cui tu abbia ricevuto tali chiamate, fai clic qui.

me lo segno per vedere se al rientro potrò usarlo per segnalare le truffe online sui visti.


5 risposte a "che sballo a Chilaw. parte 2 – bortolindie 16bis – 79"

  1. Seguirti è molto interessante, adesso devi cavarsela anche con la quarantena, sembra un gioco che ogni volta va a un livello superiore. Ci mandi la foto di una vacca sacra? Anzi, si possono fotografare o è vietato anche quello?

    "Mi piace"

    1. in India c’è poco di vietato: nei templi hindu o non ti fanno entrare per niente, oppure puoi riprendere tutto nel modo più sfacciato, come ho fato qui; e parlando dei tamil dello Sri Lanka si parla di cultura indiana a tutti gli effetti.

      le vacche sacre sono normalissime vacche, di solito più piccole delle nostre, grandi a volte come cani, guro, perché, sacre o no, non sono di nessuno e nessuno le cura.

      non posso mettere foto nei commenti ma ti metto un link ad un post dove ne vedi una bardata per una cerimonia sacra:
      https://corpus0blog.wordpress.com/2019/09/19/le-perle-di-gwalior-bortografia-157-480-17-settembre-2009-891/

      Piace a 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.