Trincomalee amore mio – bortolindie 21 – 89

e se facessi a meno di scriverlo il post, oggi? se mi limitassi a caricare le fotografie?

ma il maturo gestore della locanda ieri sera mi ha consigliato una levataccia alle cinque e mezza per assistere all’alba (ne valeva la pena…), per voi era solo l’una di notte; ho fatto colazione, e uno dei tre pani schiacciati tipici di qui me lo ha rubato una gazza mentre sono andato un attimo a controllare sul telefonino: il ragazzo conosciuto a Negombo che si è fatto inserire su whatsapp mi sta chiedendo ovviamente se posso fargli un favore prima di tornare in Italia…; poi ho pagato due notti la camera; avevo progettato di attraversare la baia col ferry e di andare dall’altro lato a Mutur, da dove si può raggiungere un sito archeologico, ma il traghetto non c’è più, mi dice il gestore: hanno costruito un ponte sei anni fa, e non ho voglia di andarci in autobus; dunque mi rimane qualche esplorazione sparsa, in particolare delle mitiche spiagge settentrionali, ma le farò oramai verso sera, il calore è effettivamente implacabile, anche se, controllando in internet le temperature medie del luogo, siamo effettivamente nel mese relativamente più fresco dell’anno.

vero che ieri mi sono comperato un cappello, per ripararmi dal sole (oltre che delle scarpe nuove, visto che quelle vecchie, portate dall’Italia, hanno ceduto al clima e al troppo walking o wandern del loro vecchio proprietario…)

smart

insomma, ieri mattina ho ascoltato il mio corpo, che dava segni di cedimento anche lui e l’ho trascorsa in camera a scrivere e riordinare le foto; oggi il corpo mi sta soltanto dicendo: bada che fa troppo caldo; e io sto in camera lo stesso, a fare le stesse cose.

però un post con la cronaca di Trincomalee fino ad oggi non voglio scriverlo.

. . .

il primo vero spavento l’altro giorno quando sono ripassato per la spiaggia immondezzaio dopo il tramonto e c’era uno, forse ubriaco, che stava tirando bottiglie di vetro addosso ad un suo amico che stava facendo il bagno in mare e quando mi ha visto ha fatto il gesto di tirarla addosso a me?

la cena di ripiego, non avendo trovato un ristorante vegetariano, proprio nella strada a ridosso del borgo degradato dei pescatori: curry con pesce, ovviamente, e le grandi ceste odorose di pesce secco lungo la strada?

il tuktuk che mi riporta all’hotel carcerario, ma la lieta sorpresa che nei giardinetti davanti, lungo la laguna, si è raccolto un po’ di gente a godersi il fresco della sera, e diversi innamorati: quelli nella panchina in penombra davanti a me sembrerebbero proprio due ragazzi, con aria indifferente mi avvicino vagamente ed effettivamente sono due maschietti in atteggiamenti molto affettuosi, soltanto amicali oppure no? ma pensa te che cosa importa a me…

la notte passata a ventilatore al massimo e poi il risveglio nel cuore della notte col maldigola e me lo spengo per il resto del tempo.

io che molto presto fuggo, e la famosa colazione affacciato sulla Dutch Bay, la baia olandese, nella nuova guesthouse.

smart

la ragazza un poco stramba che si bagna in mare nelle vesti semi-trasparenti e poi sale a farsi fotografare e a chiedere un poco di soldi e non mi molla più, con la sua pelle bagnata vicina, fino a che non si profila il suo daddy a riprendersela: ma qui la foto non la metto, perché non è venuta come volevo e rovinerebbe l’effetto.

dei ragazzi che mi invitano a giocare a pallone con loro in spiaggia, ma troppo vecchio per farlo.

smart

e poi l’esplorazione della Trincomalee storica rimasta: ma molto alterata a sua volta.

il tempio hindu alle spalle del municipio, che quindici anni fa avevo visto solo dall’esterno, e guardate che cosa mi ero perso all’interno:

smart

Fort Fredrick, scritto proprio così, totalmente invaso dai daini, manco fosse Nara in Giappone, ma qui ci sono anche i pavoni, che si riconoscono dal verso, anche quando non si riesce a vederli.

smart

un cane cattivo, ma veramente cattivo e fermamente intenzionato a mordermi, mentre il proprietario sta a guardare sarcastico e non fa niente, ma proprio niente per richiamarlo: chissà che tabù avevo violato.

e gli alberi, questi alberi incredibili dello Sri Lanka.

smart

il tempio hindu, totalmente stravolto da una nuova statua immane, capolavoro del cattivo gusto, che credo sia di Vishnu, ma il luogo conserva qualcosa del suo fascino speciale dato dalla posizione invidiabile.

IMG_20200302_180906

 

smart

IMG_20200302_180958

l’interno del tempio, diventato molto più luminoso, forse hanno semplicemente ripulito la copertura di onduline di plastica semi-trasparenti, e adesso è vietato fotografare all’interno (io ripenso alla fortuna incredibile delle riprese di quindici anni fa).

una scimmietta gravida e super-sazia che rifiuta le offerte di cibo, fuori.

il tempio buddista, dall’altro lato del promontorio, in modo che da nessuno dei due si riesca a vedere l’altro: fastidiosamente risuonante nella sera di preghiere ossessive, ma la tastiera ha corretto per conto suo: possessive, e ha fatto bene.

e il tramonto, le foto del tramonto…, ma solo tramonti si fotografano alla mia età?

smart

IMG_20200302_183420

il ristorante vegetariano, finalmente trovato…

io che perdo la strada per un soffio nella notte, presuntuoso di farcela a tornare per conto mio e vengo riportato da un driver che avrà avuto quattordicianni alla guesthouse, di cui non ricordo il nome, ma che so riconoscere al volo, ed era a cento metri da dove ho buttato la spugna.

la mia sera, trascorsa poi a scrivere in riva all’oceano sonante…

. . .

no, tutto questo non ve lo scrivo, vi metto solo le foto, e con questo mi sono portato in pari, chiaro?

e adesso esco, e che il sole abbia pietà di me, o almeno del mio cappello nuovo da singalese…


8 risposte a "Trincomalee amore mio – bortolindie 21 – 89"

  1. Bellissime immagini…e tu sempre a far venire l’ansia, sempre sul filo del rasoio stai?
    I tramonti son belli sempre, forse lì, la conformazione della terra, ti da modo di vedere meglio 😀

    Spettacolari le radici aeree delle piante! una cascata proprio…
    Sai il loro nome?

    "Mi piace"

    1. sono semplicemente ficus molto cresciuti; ce n’è uno gigantesco e bellissimo anche a Palermo, in Piazza Marina.

      o fai visite guidate incasellate oppure, se ti muovi autonomo, devi mettere in conto sbagli, rischi e pericoli; è per questo che le persone savie scelgono la prima che ho detto; ma non sanno neppure quello che si perdono…

      "Mi piace"

  2. Il cappello ti dà un’aria da esploratore birichino. Le foto sono bellissime, la ridondanza di colori e statue è davvero kitsch per i miei gusti, sembra di essere in un luna park…
    Peccato per la ragazza stramba, almeno una bellezza locale potevi mostrarcela.

    Piace a 1 persona

    1. l’avrei mostrata molto volentieri, ma avrei rovinato tutto l’effetto.
      perché la foto me l’ha restituita decisamente brutta, mentre io invece l’avevo sentita molto seducente… vai a capire gli effetti che fa la castità forzata anche alla mia età!
      cercherò di rimediare, ma non è facile in un paese dove mi pare si stia rafforzando l’islamismo; oggi ho chiesto se potevo fotografarle a un gruppo di studentesse islamiche col velo, e una col burka, di una scuola di taglio e cucito con cui avevo socializzato su un autobus, ma mi hanno risposto di no.

      Piace a 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.