ijkijk, State lontani da chi sbraita!

Prendetela come una comunicazione di servizio.
Due notizie mi hanno spinto a uscire dal silenzio e scrivere questo post.
La prima è che Briatore sarebbe positivo al coronavirus come altre decine di persone che frequentavano il suo locale, il famoso Billionaire. La seconda è che anche qui in Romagna è stato individuato un focolaio in una discoteca ed ora si stanno facendo indagini di contact tracing e tamponi a tappeto fra i frequentatori del locale.
Forse arrivo tardi sulla questione dato che il governo ha già decretato la chiusura delle discoteche, ma secondo me c’è un dettaglio che non è stato sufficientemente evidenziato dall’inizio di questa pandemia che dovrebbe influire sui comportamenti individuali: e cioè che è vero che il virus si trasmette con l’aerosol del nostro respiro, ma che questo è amplificato almeno dieci volte se la persona infetta parla. E più parla più diffonde il virus attorno a sé.  Questo fattore dieci ricordo di averlo letto di sfuggita in uno studio di pochi mesi fa ed era relativo a persone che parlano normalmente. Se poi uno urla o canta a squarciagola come può essere in una discoteca rumorosa credo che l’infezione degli ascoltatori sia quasi certa. Le mascherine, ammesso che vengano usate, possono mitigare la cosa fino ad un certo punto. Voi stareste vicino ad uno Sgarbi arrabbiato seppure dotato di mascherina?
Certo che ci potevamo arrivare anche con il buon senso, viste  le tante segnalazione di focolai fra gruppi di preghiera e cori polifonici all’alba della pandemia ma non sempre quello che è davanti agli occhi è così evidente.
Che sia la l’occasione giusta  per allontanarci ed isolare tutte quelle persone gratuitamente logorroiche o che non interpongono un minimo di pensiero prima di aprire la bocca?

. . .

saluto l’inizio della collaborazione di ijkijk a questo blog e lo ringrazio di avere accettato il mio invito. m.b.


2 risposte a "ijkijk, State lontani da chi sbraita!"

  1. Infatti le linee guida che ci hanno dato per la ripresa delle attività del coro prevedono una distanza di almeno due metri tra un corista e l’altro… ci vuole un bel po’ di spazio.
    In questi giorni in effetti quello che meraviglia è la meraviglia: era ovvio che più la gente si muove, più si riaprono luoghi di socialità, più il contagio si può diffondere. Possiamo chiederci se fosse indispensabile riaprire le discoteche, ma abbiamo visto che tanti sono andati a farsi contagiare all’estero… chissà che ne pensa ora Briatore?

    Piace a 1 persona

    1. Briatore ha sicuramente materiale per meditare in questo momento come tanti altri fenomeni nostrani e stranieri.
      Nessuno lo dice ma tanti sperano che questa nuova livella in versione ridotta, ma mica tanto, faccia giustizia dei personaggi piu in vista fra quelli che negano e minimizzano sulla pelle altrui. Dopo Boris Johnson e Bolsonaro aspettiamo trump.

      Piace a 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.