discorsi a vanvera sulla piccola mascherina lombarda – 131 — Cor-pus 2020

uno degli effetti non previsti del virus è la perdita di valore delle parole: sembrerebbero per definizione immuni da ogni infezione, eppure risentono anche loro del generale svuotamento delle cose. scrivere sembra sempre di più privo di ogni senso: deve essere la palese crisi della democrazia che il virus porta con sé: ci sentiamo sempre […] … More discorsi a vanvera sulla piccola mascherina lombarda – 131 — Cor-pus 2020

è aprile il mese più crudele – 126 — Cor-pus 2020

il materiale per questo post me lo sono messo da parte ancora ieri, ma siamo già a sera e il post non è ancora stato scritto: in astratto uno penserebbe che siamo tutti chiusi in casa, niente di meglio per potere scrivere e anche farsi leggere; eppure quella spinta interiore che determina la scrittura latita. […] … More è aprile il mese più crudele – 126 — Cor-pus 2020

l’inverno più caldo di sempre e il coronavirus – 125 — Cor-pus 2020

ci sono notizie che sono perfino più terribili del numero esagerato di morti provocato in realtà dal coronavirus in Lombardia, e in questa regione soltanto in questo modo così esagerato – tanto che è veramente necessaria una riflessione approfondita sulle cause. ci sono situazioni che sono veramente allucinanti, se si vanno a verificare non le […] … More l’inverno più caldo di sempre e il coronavirus – 125 — Cor-pus 2020

uno sguardo soggettivo al coronavirus nel mondo – 121

Hello! Mauro! Come stai? Ti sto pensando in questa difficile situazione. Spero di sentire presto notizie di te. Noi preghiamo per l’ Italia!! Namaste! ciao, Santosh, grazie davvero per il tuo messaggio. sono di ritorno dalla Sri Lanka, una settimana fa. ora vivo proprio nel centro della pandemia, in Italia, ma sono in un piccolo … More uno sguardo soggettivo al coronavirus nel mondo – 121

una ventina di anatroccoli e il coronavirus – bortolindie 37 – 114

il mio rientro a Colombo venerdì 20, dopo che l’Ambasciata mi ha finalmente trovato un volo di ritorno in Italia per l’indomani via Mosca e Roma Fiumicino, è pieno di gratitudine: non solo per i miei figli, che mi hanno sostenuto in tutti i  modi, psicologicamente e finanziariamente, ma anche per loro. fatemelo dire anche … More una ventina di anatroccoli e il coronavirus – bortolindie 37 – 114

happy new year da Colombo – bortolindie 36 – 113

è il fatidico 18 marzo, mercoledì: sveglia, e alle sei sono sulla strada principale della Negombo turistica ad aspettare il taxi per andare all’aeroporto, vedi mai che non riesca a partire, alla faccia di tutti i malocchi del mondo. ma il taxi non si vede; c’è solo un macchinone grigio con le luci di posizione … More happy new year da Colombo – bortolindie 36 – 113

Negombo e il mondo, a.C. e d.C. (C. sta per Coronavirus) – bortolindie 35 – 112

questo, naturalmente, non è più un resoconto di viaggio, piacevole ed allettante, ma il resoconto di una tortura, di una serie di tormenti che mi vengono sistematicamente e successivamente applicati dalla sorte (forse per punirmi della troppa felicità dei giorni scorsi?) e della mia dura lotta, non sempre riuscita, per mantenere l’equilibrio e la speranza … More Negombo e il mondo, a.C. e d.C. (C. sta per Coronavirus) – bortolindie 35 – 112

da Galle a Negombo, tra slum e coronavirus – bortolindie 34 – 111

Forse è sbagliato dire, come ho fatto nell’ultimo post, che Galle è la più bella città dello Sri Lanka, è meglio dire che è la più bella nello Sri Lanka; infatti non è un prodotto tipico della cultura singalese, come Trincomalee a cui darei la palma del primato nel primo senso della frase – eppure … More da Galle a Negombo, tra slum e coronavirus – bortolindie 34 – 111

Galle, una meraviglia poco conosciuta – bortolindie 33 – 110

l’ultimo momento magico del mio viaggio è stata la riscoperta di Galle, 14 anni dopo; in seguito sono cominciati giorni di confusione, di ansia, di sofferenza, mentre l’immagine interiore stessa del mio viaggio cambiava radicalmente e questo cominciava ad assomigliare dolorosamente alla mia prima visita a questa città, nel 2005, passando, pochi mesi dopo, attraverso … More Galle, una meraviglia poco conosciuta – bortolindie 33 – 110

disavventure varie tra Ella e Galle – bortolindie 32 – 109

non so bene quando la qualità del mio viaggio in Sri Lanka ha cominciato a deteriorarsi, forse già il giorno prima, ma la notte tra il 13 e il 14 ha rappresentato certamente una svolta. occorre sapere che io ostento una grande e a volte sconclusionata sicurezza nei miei spostamenti, che vivo effettivamente come li … More disavventure varie tra Ella e Galle – bortolindie 32 – 109

disavventure varie ad Ella (e al Ravana Rock) 2a parte – bortolindie 31bis – 108

oltre ad aggiungere le foto alla prima parte di questa pagina del mio diario di viaggio, devo affrettarmi con i resoconti, che hanno accumulato un discreto ritardo. . . . la prima meta della mia giornata ad Ella, a mezza costa tra le stupende piantagioni di the dello Sri Lanka centro-meridionale, è una grotta presentata … More disavventure varie ad Ella (e al Ravana Rock) 2a parte – bortolindie 31bis – 108

disavventure varie ad Ella – bortolindie 31 – 107

di nuovo pubblico un post non finito né rifinito e senza foto, per non perdere il ritmo; è probabile un silenzio mio nei prossimi giorni; non preoccupatevi: sono semplicemente alle prese con i problemi del rientro, che non si prospetta per niente facile, ovviamente. . . . non vi aspetterete che, dopo il ritorno dalla … More disavventure varie ad Ella – bortolindie 31 – 107

salita allo Sri Pada o Adam’s Peak – bortolindie 30 – 106

eccomi dunque ai piedi dello Sri Pada – oppure Sri Padaya in signala, la lingua singalese moderna – o Adam’s Peak: antica promessa a me stesso fin dai primi due viaggi in Sri Lanka del 2004 e del 2005, e poi a Veronica per quell’appuntamento che lei ha mancato per un banale contrattempo, che poi … More salita allo Sri Pada o Adam’s Peak – bortolindie 30 – 106