Lega e Trump (e Maduro): la battaglia d’Italia – 363

se dico che la trovata estemporanea di Salvini di rompere il governo senza neppure trovare un pretesto credibile è soltanto la dichiarazione di guerra aperta all’Unione Europea per conto di Trump, pare che io dica anche che l’esito della battaglia è scontato: vincerà Salvini e usciremo dall’euro e dall’Unione Europea, per metterci sotto il pieno … More Lega e Trump (e Maduro): la battaglia d’Italia – 363

non facciamoci distrarre: il capitone si mangia a Natale – 344

lettera aperta a qualche amico di blog (e si riconosca come interlocutore chi vuole): seguite troppo i media, in particolare quelli italiani, che sono prevalentemente spazzatura. prima avete voluto credere a tutti i costi alla leggenda italica che la prossima presidente della Commissione Europea sarebbe stata la Merkel: ipotesi assolutamente inverosimile, la Merkel che abbandona … More non facciamoci distrarre: il capitone si mangia a Natale – 344

avanti Savoini, che dopo viene Salvini – 332

Gianluca Savoini, ex portavoce di Salvini, presidente dell’associazione culturale Lombardia-Russia, che è privata, accompagna l’8 ottobre scorso a Mosca il capo della Lega nelle ore in cui anche lui si era recato in Russia. e trova il modo di farsi registrare in un hotel in imbarazzanti conversazioni con emissari russi (anche lui! dopo il ministro austriaco, costretto a dimettersi: … More avanti Savoini, che dopo viene Salvini – 332

La triste Italia del rancore – bortoblog 28

https://popof1955.wordpress.com/2019/07/06/la-triste-italia-del-rancore/ Una statistica di qualche mese fa evidenziò come noi italiani siamo diventati un popolo pieno di rancore, gli uni verso gli altri, complice una campagna fraudolenta di paura, siamo intolleranti con tutti ma in modo particolare con gli stranieri, seppure a livelli diversi. Poco con quelli sorridenti e con il portafogli turistico a fisarmonica, … More La triste Italia del rancore – bortoblog 28

tempi duri per gli autocrati populisti corrotti, ma non in Italia – 299

a Istanbul le elezioni del sindaco, vinte dall’opposizione a Erdogan il 31 marzo con 13.000 voti di scarto e fatte da lui annullare, sono state ripetute ieri: Imagoglu, il candidato sospeso, le ha vinte di nuovo alla grande con un vantaggio, stavolta, di 750.000 voti e il grande sconfitto è Erdogan che ha regalato quasi … More tempi duri per gli autocrati populisti corrotti, ma non in Italia – 299

mini-bot, e lo stato potrà pagare con un pagherò – 261

niente dimostra meglio lo sfacelo prima di tutto mentale della politica italiana nel suo insieme e senza distinzione quanto la mozione, approvata dalla Camera all’unanimità (potete fare a meno di crederci, come ho provato io, ma è vero), che impegna il governo a pagare subito! immediatamente! senza indugi! i debiti delle amministrazioni pubbliche verso le … More mini-bot, e lo stato potrà pagare con un pagherò – 261

Democratici per Salvini: almeno 3 milioni – 250

nessuno me lo chiede, salvo io a me stesso, però, per uscire dal pressapoco, e capire davvero come sono andate le elezioni europee nel nostro paese, serve un’analisi rigorosa e attenta, di quelle che non si usano più e anzi danno un poco fastidio, visto che a tutti piace restare nella corrente del pensiero comune, … More Democratici per Salvini: almeno 3 milioni – 250

la mia Lisbona: poesia, murales ed India [Portugal 2.9] – 187

il resto della giornata di sabato scorso a Lisbona lo dedico al disegno un po’ folle di raggiungere a piedi la seconda meta prevista, il museo…, che mi è stato consigliato dallo stesso amico che mi ha spinto al favoloso museo de la Madre de Deus; però fate conto che già questo si trova a … More la mia Lisbona: poesia, murales ed India [Portugal 2.9] – 187

la guerra interna europea per interposta Libia – 171

di fronte alla nuova guerra di Libia avviata dalla Francia per interposto Haftar, dopo quella del 2011 contro Gheddafi, protagonista Macron oggi, come lo era stato Sarkozy otto anni fa, qualche nota veloce. 1.  le guerre inter-europee si combattono oggi altrove e usando qualche prestanome, anziché sul territorio europeo con eserciti tradizionali? direi di sì. … More la guerra interna europea per interposta Libia – 171

una nuova invotabile tragedia del Partito Democratico, di nome Calenda – 166

per chi votare alle elezioni europee del mese prossimo? escluso tassativamente di poter disperdere il voto sulle liste suicide, già votate a non raggiungere il quorum del 4%: La Sinistra (Sinistra Italiana + Rifondazione Comunista), Europa Verde Possibile (congiunge le macerie dei Verdi con quelle di Possibile di Civati), oppure +Europa Italia in Comune (Radicali … More una nuova invotabile tragedia del Partito Democratico, di nome Calenda – 166

breve storia dell’illegittima difesa – 152

nel 2006, poco prima delle elezioni politiche, la destra italiana, guidata allora da Berlusconi e comprendeva la Lega, approvò la Legge 13 febbraio 2006, n. 59 “Modifica all’articolo 52 del codice penale in materia di diritto all’autotutela in un privato domicilio”. nel 2019, poco prima delle elezioni europee, la nuova destra italiana, che si fonda adesso sull’alleanza … More breve storia dell’illegittima difesa – 152