22 settembre: anarchia militare senza Stranamore – 481

il 22 settembre di un anno qualunque due bombardieri russi Blackjack (Tupolev 160) costeggeranno la Norvegia per andare verso sud.

il 22 settembre di un anno qualunque Norvegia, Gran Bretagna, Francia e Spagna, nell’ordine, ma indipendentemente gli uni dagli altri, faranno decollare i propri jet, vedendo gli aerei russi avvicinarsi troppo al loro spazio aereo.

download

il 22 settembre di un anno qualunque succedera` un imprevisto, o forse qualcosa di previsto,

e uno di questi aerei finira` abbattuto.

. . .

no, nessun dottor Stranamore, necessariamente:

sembrano passati di moda, o perfino non piu` necessari.

forse anche soltanto un militare disobbediente o squilibrato,

forse un adepto di qualche ideologia di morte sfuggito ai controlli.

forse, un domani, qualche super-intelligenza artificiale.

per ora nel 2016 non e` successo, anzi la notizia si viene a sapere soltanto due settimane dopo.

. . .

intanto la scorsa settimana gli Stati Uniti hanno deciso di schierare al confine con la Romania un sistema missilistico in grado di fermare l’attacco di testate nucleari provenienti dalla Russia.

il Cremlino ha protestato con forza e gli americani hanno risposto con la bufala che i missili servono alla NATO per difendersi dall’Iran.

e perche` non dalla Corea del Nord? fa cosi` comodo avere un dittatorello pazzo in giro…

Putin allora ha schierato al confine occidentale della Russia gli Icbm, Intercontinental Balhistic Missile, che possono lanciare ordigni nucleari a piu` di 5.500 km.

gli Usa hanno intanto interrotto le relazioni diplomatiche con i russi sulla Siria per l’impossibilità di raggiungere un accordo.

. . .

 
esercitazioni militari spiritosamenta chiamate wargames si susseguono in Europa orientale:
.
la Nato ha impiegato oltre 30.000 uomini, di cui la metà americani, in manovre militari in Polonia;
.
altre esercitazioni delle marine sul mar Baltico, nelle acque vicino Kaliningrad, tra la Lituania e la Polonia: operazione Baltops 16.
.
Un tempo le esercitazioni ai confini venivano considerate delle provocazioni nei confronti dello Stato vicino, e spesso erano il preludio al conflitto tra le due parti.
 
L’aspetto più incredibile di tutta la faccenda è il completo oscuramento dei media occidentali su quella che è una vera e propria escalation militare della Nato nei confronti della Russia.
.
la Tass, l’agenzia di stampa ufficiale russa, riporta le dichiarazioni della portavoce del ministero degli Esteri russo:
.
denuncia il rischio di una «guerra globale» in tempi non troppo lunghi.
.
. . .
.
Obama, a un mese appena dalle elezioni presidenziali americane, sta portando gli Usa sull’orlo del conflitto militare con la Russia?
.
Julian Zelizer, professore di storia della Princeton University, si è chiesto sul sito della Cnn, se l’ultimo mese della campagna elettorale non possa essere segnato da una qualche crisi di sicurezza nazionale, per influenzare in maniera decisiva il risultato delle prossime elezioni presidenziali.
.
uno scontro con la Russia sarebbe semplicemente perfetto per far fuori Trump, se non ci riusciranno scandali e sondaggi, egualmente a comando.
.
forse non e` un caso che in queste ore Trump stia rapidamente ridimensionando le sue dichiarazioni sulla volonta` di ridefinire i rapporti con Putin, riconoscere l’annessione della Crimea e normalizzare i rapporti con la Russia.
.
proprio quello che oggi e visto come il fumo negli occhi dal sistema economico-militare americano, di cui Obama e` diventato completamente succube.
. . .
sembra del tutto saltato il tradizionale sistema di governo mondiale:
.
aveva garantito fino a poco tempo fa un certo equilibrio e una pace globale,
.
anche se continuamente interrotta da pesanti guerre locali.
.
ma viviamo oramai in una situazione convulsa di allenaze instabili, di rovesciamenti di fronte, di attacchi e ritirate che stanno diventando una guerra di tutti contro tutti:
.
insomma siamo nel pieno di una anarchia di moderni signori della guerra.
.
l’unica cosa che al momento manca e` una guerra globale.
.

ma su scala locale, e in particolare nel Medio Oriente, l’anarchia e` anche militare e armata, e i massacri sono all’ordine del giorno.

e il fatto di esserne al momento risparmiati non dovrebbe renderci insensibili alla situazione e ai suoi rischi.

. . .
tutto questo va ricondotto alla caotica politica estera americana,
.
oppure il caos delle scelte che sta portando gli Stati Uniti a logorare i rapporti con tutti i loro tradizionali alleati e` il frutto della loro perdita di egemonia….
.
scrivevo in anni non troppo lontani che la crisi economica toglieva agli Stati la loro indiscussa condizione di predominio economico e di modelli socio-culturali,
.
e avrebbe creato una situazione molto pericolosa
.
nella quale il campo principale della loro prevalenza nel mondo sarebbe diventato quello militare.
.
eccoci dentro, adesso.
. . .
ma nessun impero e` mai stato in grado di reggere sul puro potere militare altro che per brevi periodi.
Annunci

4 thoughts on “22 settembre: anarchia militare senza Stranamore – 481

  1. Bene, in Italia non sono l’unica a leggere la TASS.
    Triste, vedere in giro solo argomentazioni pro-contro i due schieramenti senza la visione del pericoloso panorama globale. Qualunque intenzione può essere travolta da un errore, da un qualche guasto dei sistemi lanciamissili, da una notizia falsa, e dove le decisioni sono nelle mani di uno anche da un mal di stomaco, mentre dove c’è scontro fra falchi e colombe da un voltagabbana…
    Odioso che nella crisi economica molte potenze grandi e piccole cerchino rimedi nell’industria militare; vedi la visita tanto ignorata dai media italiani della ministra Pinotti in Arabia Saudita per piazzare navi da guerra.
    Bello… non avere vent’anni.
    Buona giornata 🙂

    Mi piace

    1. mi scuso per la grafica devastata del post, ma e` stata tutta una trovata di wordpress, che mi ha costretto ad un noioso lavoro supplementare di editing, adesso che me ne sono accorto…

      dissento solo su una delle tue considerazioni, ma forse ho torto.

      a me piacerebbe avere vent’anni per potermi opporre piu` attivamente alla deriva (ma sempre inutilmente; pero` i ventenni hanno il vantaggio di non conoscere ancora l’inutilita` dei loro sforzi… 😉 ).

      pero` non penso abbastanza bene, poi, che, se avessi vent’anni, non sarebbero vent’anni fuori dallo spazio-tempo e cosi` non me ne fregherebbe neppure niente… 😦

      Mi piace

      1. splendido ping pong … autarchico! 😉
        Io intendevo che non vorrei dovermi impegnare da ventenne, sapendo vedere da xxx_enne quanto potenti sono le contromosse…
        Un’altro post-maggio francese lo lascio volentieri ad altri …

        Mi piace

        1. forse sarebbe il caso di cominciare a guardare al futuro con cuore da ventenni e mente da centenari almeno, noi che abbiamo passato di gran lunga la meta` del cammin di nostra vita…

          forse allora ci scapperebbe da ridere a vedere nell’arco dei secoli anche tutta questa potenza incredibile delle contromosse andare comunque a schiantarsi contro il muro dei fatti.

          che sono piu` potenti anche degli iper-plutocrati e dei loro servi… 😉

          Liked by 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...