il governo assente e il (vis)Conte dimezzato: – 221

un governo immobile. gli annunci si sprecano, ma non seguono i fatti. salvo la vicenda grottesca e triste dell’Aquarius, servita ad eccitare gli animi e a confondere o chiudere i cuori, ma di nessuna importanza reale. e il capo del governo assomiglia pericolosamente sempre di più al protagonista di un romanzo di Calvino: il (vis)Conte dimezzato. … More il governo assente e il (vis)Conte dimezzato: – 221

piove governo – 203

tanto tuono` che piovve. sono finite le sceneggiate napoletane, dove la terza repubblica populista ha dato motivi di rimpiangere la prima e persino la seconda sul piano della qualita` dello spettacolo. ma questo e` dovuto ad un equivoco: era stata annunciato un dramma epocale, e invece e` andata in scena una farsa della solita immortale … More piove governo – 203

verso il duumvirato, ma col terzo incomodo: due libri dei sogni che diventano un Contratto da incubo – 188

oggi si studia, ragazzi: ecco finalmente il testo del Contratto per il governo del cambiamento, predisposto dal Movimento Cinque Stelle e dalla Lega Salvini premier, che viene sottoposto a due rapide consultazioni abbastanza informali dei loro iscritti, online la prima e nei gazebo la seconda, prima di essere eventualmente approvato e presentato al Presidente della … More verso il duumvirato, ma col terzo incomodo: due libri dei sogni che diventano un Contratto da incubo – 188

Travaglio, datti una calmata – 179

ammetto che la mia prima reazione istintiva alle prime notizie sugli accordi per il governo Salvini – Di Maio sono state molto simili a quelle di Marco Travaglio, che l’ha definita “una pagliacciata mai vista neppure in Italia”. ecco qualche stralcio dall’articolo di Travaglio: “Il governo 5Stelle-Lega, salvo chiarimenti dell’ ultima ora, (…) poggia le … More Travaglio, datti una calmata – 179

servirebbe il mattarello, piuttosto – 175

non considero Mattarella un presidente della repubblica pienamente legittimo, visto che e` stato eletto da un Parlamento votato con una legge elettorale illegittima, e che non venne sciolto dopo che questa venne dichiarata tale. lo considero pero` una persona abbastanza rispettabile, pur se messa dai partiti a fare da foglia di fico; e in quella … More servirebbe il mattarello, piuttosto – 175

tornare a NON votare, perche`? – 174

si sbagliano, se pensano di avermi (o dovrei dire: di averci?), costringendoci ad un nuovo voto con una legge elettorale palesemente incostituzionale, la quinta volta! votare di nuovo a poche settimane di distanza? perche`? per certificare che abbiamo votato in maniera sbagliata, come gentilmente ci ha fatto sapere Berlusconi nei giorni scorsi, e adesso dobbiamo … More tornare a NON votare, perche`? – 174

Siria, che svolta: guerra mondiale sempre più vicina. – 142

Faccio perfino fatica a crederlo, ma queste sono le dichiarazioni trumpiste del capogruppo renzino al Senato, il Demokrat Marcucci, che chiede al governo di “riferire sulle azioni che si stanno mettendo in campo” per intervenire in Siria contro il governo in carica, senza mandato dell’Onu, quindi in violazione della Costituzione (quel vago simulacro che ne … More Siria, che svolta: guerra mondiale sempre più vicina. – 142

analfabeti costituzionali (e altro) – 119

Di Maio e Salvini litigano dicendo entrambi che hanno vinto le elezioni… difficile trattenere le risa. «Come abbiamo detto in campagna elettorale è finita l’epoca dei governi non votati da nessuno. Il premier deve essere espressione della volontà popolare. Oltre il 32% ha votato il MoVimento 5 Stelle e il sottoscritto come Premier. Il 17% degli italiani … More analfabeti costituzionali (e altro) – 119

tempi duri per la democrazia dei mercati – 113

to’, qui intanto Salvini ha sollevato la testa: che sorpresa. e Berlusconi va a sbattere su fatto che, assieme a Renzi, arriva al massimo ad un terzo degli elettori. un governo della destra col Partito Democratico era possibile soltanto incasellando la Lega, ma la Lega non ci sta. . . . visto che il Partito Democratico, … More tempi duri per la democrazia dei mercati – 113