rinasce avenidas, di Eugen Momringer, a Berlino – 88

avenidas
avenidas y flores

flores
flores y mujeres

avenidas
avenidas y mujeres

avenidas y flores y mujeres y
un admirador

. . .

strade
strade e fiori

fiori
fiori e donne

strade
strade e donne

strade e fiori e donne e
un ammiratore

. . .

questa poesia, dipinta sulla facciata laterale di un istituto universitario di Berlin, è stata cancellata, perché ritenuta offensiva verso le donne.

ne avevo parlato qui: https://corpus15.wordpress.com/2018/01/23/una-poesia-censurata-a-berlino-31/

“Un maschio, che guarda le strade e ammira fiori e donne. Questa poesia riproduce non soltanto una classica tradizione artistica patriarcale in cui le donne sono esclusivamente le belle muse che ispirano agli artisti maschi azioni creative. Ricorda anche sgradevolmente le molestie sessuali alle quali sono quotidianamente sottoposte le donne”.

dal comunicato di protesta del AStA, il Comitato Generale degli studenti.

per dire della follia non governa soltanto l’Italia, dell’intolleranza verso ogni forma di pensiero anche lievemente divergente, della suscettibilità permalosa in forme persino incomprensibili che attraversa un mondo che ha soltanto voglia di suicidio.

. . .

ma la notizia del giorno è che a Berlino, però, un condominio costruito di fronte all’istituto universitario, oggi, tre anni dopo, ha riprodotto la poesia sulla sua facciata.

c’è ancora qualche speranza, se possiamo ammirare le donne che camminano per le strade, almeno a Berlino.

Avenidas


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...